Vai ai contenuti

Menu principale:

Auxonne

FRANCIA 1
Il soggiorno di Napoleone Bonaparte ad Auxonne, è il periodo in cui ha imparato molte nozioni della sua professione militare e dove ha forgiato le basi della sua formazione intellettuale presso la Royal School of Artillery.
Questo soggiorno è ricordato da una statua che lo rappresenta giovane nella divisa di tenente d'artiglieria che indossava allora. La statua del tenente Bonaparte nel mezzo di Place d'Armes, ad Auxonne, inaugurata il 20 dicembre 1857.

Dopo un lungo periodo di 6 mesi di licenza a altri 6 di proroga, finalmente il giovane Napoleone Bonaparte, sottotenente del reggimento di artiglieria di La Fère, lasciò la Corsica il 1° giugno per entrare per la prima volta nel territorio della città di Auxonne il 15 giugno 1788 dove apprese e perfezionò la sua professione di artigliere.

Vi rimarrà un anno e mezzo, soffrendo anche di febbi da palude.
Approfondì sempre di più l'arte militare, frequentò la scuola di artiglieria e di matematica superiore e scrisse le prime pagine di un'opera di narrativa: il conte di Essex.
Lesse moltissimo anche in questo periodo, e di argomenti disparati: La Repubblica di Platone, le storie dell'Assira, dell'Egitto, della Persia, della Grecia e di Cartagine, gli arabi, Venezia, le campagne di Federico il Grande. Scriveva di tutto: alta politica, geografia, vita familiare, storia, costume, descrizioni di bordelli alla moda.

Per risparmiare viveva nella camera più modesta della caserma di Auxonne. In quel periodo scrisse un racconto strano, simile al delirio e forse composto nel delirio, perchè in tutti quei mesi N. soffrì di febbri intermittenti dovute ai miasmi delle paludi di Auxonne. E' un racconto sulla vendetta dei corsi contro tutto un popolo: i francesi. Napoleone odiava i francesi perché opprimevano la Corsica e amavi invece i suoi futuri acerrimi nemici, gli inglesi, perché avevano aiutato la sua patria nella guerra per l'emancipazione.

Bonaparte alloggiò presso la caserma, nel Pavillon de la Ville, nella stanza n. 16, scala I, 3 ° piano, lato sud. Durante i quattro mesi che durarono il suo soggiorno dell'anno 1791, occupò con il suo giovane fratello Louis, la stanza n° 10, la scala 3, il 2 ° piano, il lato nord, dello stesso padiglione della caserma.
I suoi pasti furono forniti, come molti dei suoi commilitoni, dalla vedova del ristoratore Dumont rue de Saone (oggi rue Vauban al n. 5.)

Se si desidera visitare la camera di N. presso la caserma dell'Armée de Terre, conviene presentarsi durante la settimana e ancor meglio telefonare anticipatamente per fissare un appuntamento.

Caserama di Auxonne
Place 10ème R.I.
21130 AUXONNE
Tél : +33 03 80 77 42 99
Torna ai contenuti | Torna al menu